language: Deutsch   Français   italiano   Español   Português   日本語   russian   arabic   norwegian   swedish   danish   Nederlands   finland   ireland   English  

Abstract era del web marketing e la fine delle 4 p rolex passatempo affidabile

   Altra idea vincente è quella di impiegare  materiali ecosostenibili o, meglio ancora, riciclati per  la fabbricazione dei prodotti.   Ho un’amica che pratica yoga da parecchi anni e  che un po’ di tempo fa mi ha raccontato che il suo  gruppo di yoga ha deciso di acquistare uno stock di  69. tappetini su internet da un produttore che utilizza  solo materiali riciclati al 100%.   Ora, un tappetino normale può costare fino a  venti euro, se lo volete di marca, ma se vi  accontentate lo potete portare a casa per 10‐15  euro.  L’azienda in questione invece proponeva  tappetini da 30 euro (prezzo pieno) da scontare per  ordini di un numero consistente di pezzi.   Il prezzo è giustificato non solo dalla qualità dal  prodotto (io non me ne intendo, ma la mia amica  dice che “non scivolano neanche se ci versi sopra  dell’acqua”), ma anche dal valore aggiunto, dato dal  fatto che sono fatti interamente con materiali  riciclati e con metodi di produzione non inquinanti,  cioè sono “ecosostenibili”, che per i praticanti di  70. yoga (e oggi sempre di più anche per tutti gli altri) è  molto importante. Tanto importante che sono  disposti a sborsare in media 15 euro in più che per  un normale tappetino.   Infatti, se è vero che grazie alla consistenza  dell’ordine hanno ottenuto uno sconto del 20%, è  anche vero che la maggior parte di quelli che lo  hanno acquistato ha dichiarato di essere così  soddisfatto che lo avrebbe acquistato anche a prezzo  pieno. Devo aggiungere altro?  Ultima idea vincente è quella di offrire un  prodotto che non esiste sul mercato, insomma  inventarsi un prodotto nuovo sfruttando il concetto  di scarsità.   In sostanza si tratta di individuare quali sono i  beni materiali o immateriali di cui i consumatori  71. sentono la necessità, ma che il mercato ancora non  offre.   Mi vengono in mente i prodotti di quarta  gamma, cioè la frutta e la verdura che trovate nel  banco frigo accanto a quella fresca e venduta sfusa.  L’insalata di quarta gamma, a differenza di  quella fresca, è già  lavata, imbustata e pronta per  essere consumata. Alcuni tipi hanno anche il  condimento e la forchetta inclusi nel pacchetto.   Accanto all’insalata trovate la frutta, sia fresca  che disidratata. Ultimamente la frutta fresca così  trattata viene anche venduta nei distributori  automatici e sembra che vada alla grande,  nonostante non sia propriamente economica.  72. I prodotti di quarta gamma sono un’invenzione  recente: fino a dieci anni fa non esistevano. Fino a  qualche anno fa erano una rarità. Ora ce ne sono a  decine. Domandatevi perché. Semplice, perché ora  quasi tutti ne hanno bisogno.  Al giorno d’oggi solo pochi fortunati possono  permettersi un vero pasto all’ora di pranzo. La  maggior parte si accontenta di un panino. I più  fortunati di un primo o di un secondo precotto e  riscaldato. Ma la frutta e la verdura? Alzi la mano chi  mangia l’insalata al bar sotto l’ufficio.   Eppure oggi più che mai siamo consapevoli che  mangiare in modo sano ed equilibrato è una  necessità, perché ne va della nostra salute e la salute  è ancora il bene più prezioso che abbiamo.   73. I prodotti di quarta gamma sfruttano la scarsità  di tempo, nel caso specifico di tempo per consumare  un pasto casalingo e salutare, proponendo prodotti  sani che possono essere consumati alla stregua di un  panino ma che, a differenza del tramezzino pieno di  maionese o del piatto di pasta nel contenitore di  plastica, fanno bene alla salute. Insomma, se non  avete tempo per preparavi un’insalata, non per  questo dovete rinunciare a mangiarla.    5.7  Social media: alleati o nemici?  Internet non rappresenta soltanto  un’opportunità di business per l’azienda, ma anche  un rischio; come tutti i mezzi, infatti, non è uno  strumento buono né cattivo, ma è l’uso che se fa che  74. può produrre effetti positivi o negativi per chi se ne  serve.   L’ultima novità in questo campo (anche se  oramai non si può più parlare di novità) sono i social  media, cioè tutti quei canali in cui la comunicazione  è gestita dagli stessi utenti, piuttosto che da  un’entità, sia essa pubblica o privata.   Sto parlando naturalmente dell’immancabile  Facebook, ma anche di Twitter e, in generale, di  tutte le reti sociali che consentono la comunicazione  diretta fra gli utenti e, quindi il “passaparola”.   Il passaparola è un efficace mezzo di  promozione che esiste da quando esiste il mercato, il  fatto che ora sia digitale, non cambia il meccanismo.  La differenza, semmai, sta nel fatto che i commenti,  a meno che non vengano rimossi dall’autore (e non  75. sempre è possibile farlo), rimangono nella rete per  sempre.  Ora, se si tratta di commenti positivi va tutto  bene, ma che succede se i commenti sono negativi?  A questo proposito mi preme farvi notare che fra  tutti i vostri clienti soddisfatti solo l’1% si prenderà il  disturbo di commentare positivamente l’acquisto di  un prodotto o le buone pratiche aziendali, mentre  molti di più saranno quelli che posteranno commenti  negativi sui prodotti che non li hanno soddisfatti o  sull’inefficienza del servizio clienti, solo per fare un  esempio.  Particolarmente temibili sono i commenti dei  blogger, veri opinion leader della rete, soprattutto di  quelli che si sono guadagnati un nutrito seguito di  lettori.  76. L’idea alla base del passaparola positivo è fare  tutto il possibile perché i clienti siano soddisfatti del  prodotto e quindi lo consiglino ad altri, quindi non  solo offrire prodotti o servizi all’altezza delle  aspettative dei consumatori, ma anche offrire tutta  una serie di servizi che facciano sentire il  consumatore al sicuro, ad esempio offrendo dei  servizi post vendita, una linea dedicata per eventuali  richieste di assistenza, ecc.  Il problema è che anche così, non tutti coloro  che sono soddisfatti di un certo prodotto, saranno  anche disposti a postare un commento su un social  network per consigliarlo ai propri amici o follower, o  quello che è.  Quindi bisogna incentivare queste persone a  innescare un meccanismo di passaparola positivo  77. anche attraverso l’offerta di sconti, prodotti, omaggi.  Servirsi dei clienti soddisfatti come di una cassa di  risonanza ha molteplici vantaggi:   il feedback di un consumatore è sempre  molto apprezzato dagli altri consumatori,  perché, a differenza della comunicazione  commerciale dell’azienda, il consiglio  proviene da qualcuno che sta dalla loro  parte;   incoraggiare il passaparola è sicuramente  meno costoso di una campagna  pubblicitaria e nel lungo termine favorisce  la fidelizzazione dei consumatori;   può innescare l’effetto palla di neve:  partendo da pochi commenti positivi, il  seguito può crescere in modo graduale, ma  78. anche notevole, fino a raggiungere una  grande visibilità. Non sono pochi gli esempi  di prodotti di successo che sono diventati  tali grazie a un video su youtube che è  diventato virale grazie al passaparola.  Nel prossimo capitolo vi illustrerò alcuni casi concreti  da cui potrete (spero) trarre ispirazione nella vostra  pratica aziendale, e lo farò aiutandomi con dei video  che ho realizzato durante un mio recente viaggio in  quello che alcuni secoli fa era chiamato il Nuovo  Mondo, ma che per quanto mi riguarda lo è ancora  per quanto riguarda le tendenze in fatto di  marketing.  79.                          6.  IL FUTURO E’ GIA’ INIZIATO  Introduzione  6.1 Starbucks e Greyhound  6.2 Max Brenner  80. 6.3 Apple  6.4 Stazione South Station a Boston  6.5 Aziende a misura d’uomo  6.6 Sonos e la fine degli intermediari            Introduzione  Negli ultimi anni abbiamo assistito a delle rivoluzioni  epocali, sia a livello di tecnologia, che a livello di  società. Quando ci poniamo a riflettere su quello che  potrebbe essere il futuro del nostro Mondo è  davvero difficile fare un quadro chiaro, alla luce del  ritmo forsennato al quale il mondo sta cambiando.  81. Proprio perché il ritmo di cambiamento del mondo è  molto veloce, molte aziende sono in difficoltà nel  percepire questo mutamento globale e si trovano  quindi in crisi nel programmare l’attività aziendale  del futuro.  Da consulente aziendale, quando entro nelle aziende  e “tocco con mano” la realtà aziendale, riscontro  quasi sempre un senso di disagio e di tensione  nell’aria: nessuno sa effettivamente cosa sta  succedendo e perché i vecchi modi di agire, i vecchi  modi di fare business non funzionano più!  La questione del cambiamento ovviamente si riflette  non solo in ambito aziendale, ma anche in ambito  familiare, per cui di fronte agli stravolgimenti del  mondo ci troviamo pressoché tutti in uno stato di  difficoltà.  82.   Questo quadro che emerge con tinte fosche e toni in  chiaro scuro, mi si è però rasserenato nell’ultimo mio  viaggio di aggiornamento che ho fatto negli Stati  Uniti ed in Canada.  Con questo video‐capitolo voglio quindi condividere  con Te tutto quello che ho appreso nel mio viaggio e  che può realmente aiutare anche la tua Azienda a  capire meglio cosa la attende nel nuovo mondo che  verrà nel prossimo futuro.    Non sono qui a tediarti con lunghe e noiose nozioni  sul marketing o sulla gestione aziendale: nelle  prossime righe leggerai e vedrai (attraverso video  che ho pubblicato su Youtube) tutti casi pratici  83. aziendali. I video li vedrai tu in anteprima: non sono  aperti a tutti ma solo a chi ha scelto questo video‐ capitolo.  Questo video‐capitolo sarà quindi un concentrato di  mini‐lezioni per la tua Azienda, che in questo modo  si avvarrà di tutte le novità, idee, che sono   già insite nei paesi più avanzati come gli Stati Uniti, e  che inesorabilmente dovranno essere adottate  anche nel nostro paese dalle Aziende che vorranno  sopravvivere.  Ti preannuncio che la stragrande maggioranza delle  Aziende italiane non solo ha molto da imparare da  queste lezioni, ma dovrà riorganizzarsi se vuole  sopravvivere nel mercato del nuovo mondo…    84. Il consiglio che ti do per usufruire al meglio di questo  video‐capitolo è di aprire la mente al cambiamento e  prendere tutto quello che di buono c’è da prendere  dagli altri.  Imparare ad osservare e riadattare le tecniche altrui  è un lavoro che sarà preziosissimo per la tua  Azienda.    Ecco il primo video di questo video‐capitolo (clicca  sull’immagine per vederlo su Youtube):    6.1 Starbucks e Greyhound  85. Starbucks è una semplice caffetteria, vedendola  dall’esterno è questo che si percepisce. Il passante  ignaro potrebbe pensare di poter prendere un caffè  ovunque, quindi di fare tranquillamente a meno di  entrare in Starbucks e magari prendere un caffè in  uno dei qualsiasi milioni di bar sparsi in giro per gli  Usa.  Ma Starbucks ha una caratteristica che lo rende  unico nel suo genere: si mette nel senso letterale del  termine a disposizione del cliente e fa tutto il  possibile per farlo stare comodo, e soprattutto per  farlo rimanere all’interno dei suoi locali!  Innanzitutto da Starbucks tu puoi entrare  tranquillamente e metterti seduto a leggere il  giornale, senza che un barista ti soffi sul collo o ti  86. guardi di traverso (scene classiche in molte parti del  nostro bel paese…) se non consumi.  Già non è una meraviglia?  Poi da Starbucks puoi usufruire di collegamento wi‐fi  senza doverti registrare… praticamente puoi anche  lavorare col tuo pc dentro Starbucks per ore senza  pagare un centesimo e nessuno ha niente da ridirti:  sembra un sogno vero?  Come se non bastasse, senti questa chicca…  Sono andato al bancone per ordinare, e mentre  stavo facendo l’ordinazione mi suona il telefono.  Qualsiasi barista avrebbe fatto passare avanti un  cliente, poi alla fine della telefonata avrebbe servito  me. Invece da Starbucks no! La barista è stata ad  87. aspettare tutto il tempo della telefonata senza  battere ciglio, incredibile!!!  Questo a riprova che nel nuovo mondo si può essere  straordinari anche solo facendo un caffè.  Puoi vedere il video girato da me su questo caso su  Youtube al seguente link:  (clicca sull’immagine per vederlo su Youtube):          STARBUCKS       88. A riprova di quanto appena detto ho anche un’altra  storia da raccontarti.   Durante il mio viaggio di formazione negli States mi  sono dovuto trasferire da Boston a Montreal in  Canada. Ho fatto il viaggio con la compagnia  Greyhound, la più grande compagnia di bus degli  Stati Uniti (per intenderci è quella che si vede anche  nei film, col levriero come logo aziendale).  Sono quindi arrivato a Montreal in un tripudio  candore, con neve che cadeva giù fittissima ed una  coltre di 50 cm!  E’ incredibile constatare che nonostante ci sia così  tanta neve, in Canada tutti continuino a fare il loro  lavoro senza alcun problema: gli autobus fanno i loro  trasferimenti normalmente e le auto sfrecciano  89. come se attraversassero una comune provinciale  asfaltata…  Ma la cosa che mi ha sorpreso ancora di più nel mio  viaggio è stato il servizio assolutamente impeccabile  di cui ho usufruito all’interno del bus: sono sempre  stato collegato ad Internet in wi‐fi ed ho avuto anche  la possibilità di attaccare il mio portatile allo  spinotto!  In questo modo chiunque viaggia può sempre  lavorare in tranquillità, perché oltre al collegamento  gratuito può ricaricare il proprio dispositivo (laptop,  tablet….)  Se a questo aggiungiamo i comodissimi sedili in pelle  del bus, capiamo tutti i motivi per cui negli States  fare un viaggio in autobus è prassi e capiamo anche  90. come nelle 6 ore di viaggio che mi sono fatto da  Boston a Montreal sono stato assolutamente bene!  Per chiudere il quadro della fisolofia “giusta” che la  tua Azienda dovrà avere nel nuovo mercato ti  racconto quanto è accaduto nella mattina successiva  al mio arriva a Montreal in Canada.  Nella mattinata ho fatto colazione con uova e bacon  e ho pagato con dollari usa. Tra il dollaro usa e il  dollaro canadese c’era un differenza del 10% circa: la  cassiera canadese non solo ha accettato le  banconote usa, ma mi ha anche rimborsato la  differenza!  Nella stessa mattinata mi è arrivata la telefonata di  un mio cliente in Italia che era in banca con un  assegno. Questo signore non riusciva a farsi  cambiare un assegno dalla stessa banca che lo aveva  91. emesso… La banca, ligia alle sue norme, si opponeva  perché il signore non era censito; allorchè il mio  cliente ha detto :‐Beh, allora censitemi‐.  Lui ha prodotto il documento ma non aveva dietro la  targhetta del codice fiscale… Alla fine la banca non  ha potuto cambiargli l’assegno che un cliente della  stessa filiale aveva emesso!    Questo è uno dei tanti gravi handicap che ci fa capire  come freni del genere in Italia ci allontanino sempre  di più dal colmare i gap che abbiamo, soprattutto a  livello di business, con i paesi più avanzati del nostro.  Puoi vedere il video relativo su Youtube al seguente  link:  (clicca sull’immagine per vederlo su Youtube):  92.      GREYHOUND    6.2 Max Brenner  Durante il mio viaggio mi sono fermato davanti alla  vetrina dell’agenzia di assunzioni di Max Brenner.  Max Brenner fa cioccolate, praline… e fin nulla di  nuovo.  Il bello è che da Max Brenner una semplice  cioccolata costa la bellezza di 10$!  Il loro prodotto è un vero e proprio inno alla  cioccolata, servita in tutte le sue forme e in tutte le  sue salse.  93. Chi è il cliente tipico di Max Brenner?     Chiunque immaginerebbe che il locale sia  frequentato solo da ragazzini e genitori; in realtà,  invece,   Max Brenner è frequentato da chiunque e per di più  è sempre affollato.  Ma come fa una cioccolateria di lusso, con prezzi  assolutamente fuori dall’ordinario, ad essere così  affollata, specie in un periodo economico non certo  florido?  E’ semplice, è così affollata perché tutti al giorno  d’oggi vogliono concedersi almeno 1 volta ogni tanto  il lusso di sentirsi ricchi.  94. Tutti vogliono almeno qualche volta all’anno andare  a cena in un ristorante di lusso, farsi un viaggio  all’estero…o magari se si è un cittadino Usa, andare  da Max Brenner!  Uno dei trend del nuovo mercato è appunto il “lusso  accessibile”, cioè il fatto che la ricchezza oggi è a  portata di tutti quanti: magari oggi si rinuncia ad un  abito, si rinuncia ad un bene primario, ma una  vacanza di lusso, una cena in un ristorante d’alta  classe… beh a questo non vogliamo proprio  rinunciare!    Puoi vedere il video relativo su Yo Rolex-guarda-le-donne-rid-33782.html. copia del rolex submarinerutube al seguente  link:  (clicca sull’immagine per vederlo su Youtube):  95.      MAX BRENNER                  6.3 Apple   Apple è un must. Tutti quanti almeno una volta nella  vita ne hanno sentito parlare, soprattutto per il  successo planetario dei suoi prodotti (iPhone e iPad  tra tutti).  96.   A Boston sono entrato in un loro negozio ed è saltato  lampante uno dei motivi del loro successo.  Nel negozio della Apple tutti vengono tratti allo  stesso modo. Si può entrare ed accomodarsi su una  delle tante postazioni ed il commesso di turno verrà  da voi per assistervi, sia che abbiate giacca e cravatte  ed un Rolex da 10.000€ al polso, sia che siate vestiti  con bermuda e maniche corte.  Tutti da Apple sono uguali, e tutti da Apple possono  stare tranquillamente nel negozio senza dover per  forza essere interessati ad acquistare qualcosa.  La vera forza di Apple è il passaparola: trattando  bene i suoi clienti, anche i più piccoli ed  insignificanti, sa che avrà come ritorno commenti  97. solo positivi sull’azienda, che quindi potranno  tramutarsi in vendite.  Nel video emerge lampante come io, nonostante sia  lì nel bel mezzo del negozio a fare il video, non sono  assolutamente mal visto dai commessi; tutto  continua tranquillo come se niente fosse.  Il monito di questo caso è il seguente: ricordiamoci  che nel nuovo mondo dovremo ristrutturare le  Aziende affinchè anche il cliente più piccolo sia  trattato come quello grande. Anche perché le  apparenze inganno e non sai chi potrebbe essere, e  cosa potrebbe fare, quel clienti che tu oggi giudichi e  tratti da “Piccolo”.  Puoi vedere i video relativi su Youtube ai seguenti  link:  98. (clicca sulle immagini per vederli su Youtube):     APPLE 1     APPLE 2                   6.4 Stazione South Station a Boston   99. Alla stazione South Station di Boston, importante  crocevia del traffico di Boston e cruciale per arrivare  in Canada, regna l’informalità più assoluta.  Se ti mettessi ad osservare tutti i passanti vedresti  chi è vestito in modo, diremmo noi, “trasandato”, chi  è impeccabile nel suo tight e chi è sportivo al 100%.  Il bello è che tutti se ne infischiano degli abiti  dell’altro e tutto fila liscio alla perfezione: gli spazzini  fanno il loro dovere, i chioschi vendono cibi buoni  (perché sanno che il cliente se è servito bene  tornerà) e soprattutto nessuno si permette di  guardare l’altro dall’alto in basso solo perché magari  è vestito meglio.  La grande lezione che la stazione South Station ci  insegna è che nel nuovo mercato conterà la sostanza  e non la forma.  100. Anche le apparecchiature in questo luogo sono  rivestite di questa filosofia: i computer o altro, se  sono funzionanti vengono mantenuti, non vengono  sostituiti solo perché vecchi esteticamente!  Nel nuovo mondo scompariranno quindi le Aziende  che sono tutta formalità e poca sostanza, mentre  avrà più successo che farà davvero le cose in modo  concreto.      Puoi vedere il video relativo su Youtube al seguente  link:  (clicca sull’immagine per vederlo su Youtube):      101.        SOUTH STATION  6.5 Aziende a misura d’uomo   Nel mio viaggio di aggiornamento negli States e in  Canada non poteva mancare un giro al centro  commerciale. Gli Usa sono la patria dei centri  commerciali, i famosi “Mall”, che hanno aperto una  vera e propria epoca di centri commerciali, che si  sono diffusi a macchia d’olio in tutto il mondo.  Ad un primo impatto un centro commerciale Usa  potrebbe sembrare uguale ad un altro in tutto il  102. mondo; la realtà è che nei centri commerciali, così  come nelle attività commerciali made in Usa, il locale  è disegnato a misura d’uomo.  Configurare un’attività commerciale a misura  d’uomo significa fare in modo che il tuo potenziale  cliente sia sempre il benvenuto, sia comodo, e possa  usufruire gratuitamente di una gamma di servizi che  lo fa “stare bene”.  Oltre al discorso wi‐fi già affrontato prima ( in tutti i  centri commerciali statunitensi si può lavorare  tranquillamente col proprio pc ad esempio senza  dover avere una connessione propria), voglio  metterti in evidenza un’altra peculiarità  fondamentale di questo trend: le Aziende non  chiudono praticamente mai!  103. Nel secondo video allegato a questo caso vedrai che  gli orari della banca Td sono davvero off‐limits se  paragonati a quelli di una banca italiana; nel terzo  video troverai gli strabilianti orari dei magazzini  Simons.   Troppo spesso noi pretendiamo di applicare le  NOSTRE regole aziendali a quelle del consumatore, e  questo sarà un grave errore.  Bisognerà quindi adeguare la struttura aziendale alle  esigenze del cliente e non alle nostre esigenze o a  quelle dei nostri dipendenti: il trend delle Aziende a  misura del CLIENTE come vedi nei paesi più avanzati  del nostro è già in essere.  Puoi vedere i video relativi su Youtube ai seguenti  link:  104. (clicca sulle immagini per vederli su Youtube):     CENTRO COMMERCIALE       TD BANK       MAGAZZINI SIMONS    105.     6.6 Sonos e la fine degli intermediari   Durante il mio viaggio sono entrato in un negozio di  musica e, a ulteriore riprova di uno dei trend del  nuovo mondo, i commessi si sono messi a mia  completa disposizione.  Mi hanno fatto provare tutti gli strumenti possibili,  ho potuto collegare il mio iPhone ai loro diffusi ed ho  ascoltato per oltre mezz’ora la mia musica preferita  con i loro device.  Tra tutti gli strumenti a disposizione nel negozio non  ho potuto fare a meno di notare il marchio Sonos.  Sonos è un caso essenziale per capire come sarà nel  nuovo mondo il rapporto Produttore – Intermediario  ‐ Consumatore. Ebbene, non me ne vogliano tutti gli  106. intermediari di questo mondo, ma la tendenza del  nuovo mercato è quella di un rapporto diretto  azienda‐consumatore, senza l’ausilio degli  intermediari.  La Sonos è un caso eclatante di come questa  tendenza sia stata spinta al limite. Sonos ha fatto  successo sviluppando un sistema di audio diffusione  che ti consente di ascoltare musica diversa in diverse  stanze della tua casa: praticamente se tu sei in  bagno puoi ascoltare gli U2 mentre ad esempio tua  moglie in camera potrebbe ascoltare la Pausini.  Il tutto è condito da un’acustica eccezionale e da un  sistema che si basa su un’unica fonte (non devi  quindi installare diversi impianti stereo nelle diverse  stanze della casa!).  107. Che c’entra allora Sonos con il negozio dove sono  entrato?  Nel negozio dove sono entrato, nonostante ci fosse  tutto, ma veramente tutto in fatto di  musica, e  nonostante ci fosse anche una targhetta col marchio  Sonos: non c’erano apparecchiature della Sonos!!!  Quelli della Sonos hanno infatti deciso di vendere  autonomamente i loro prodotti, senza bisogno di  intermediari.  Per fare questo si sono concentrati nel realizzare un  sistema di montaggio semplicissimo e ci sono riusciti  alla perfezione: se acquisti il loro prodotto non avrai  bisogno di alcun installatore perché montare il tutto  è davvero facile.  108. In questo modo Sonos ha eliminato completamente  qualsiasi intermediario e ha abbassato i costi per il  consumatore.  Impariamo da Sonos e ristrutturiamo le nostre  attività affinchè possiamo comunicare direttamente  con i nostri clienti, senza affidarci agli intermediari.       SONOS  109.   7.  LA RETE, LE TRIBÙ E IL WEB MARKETING    7.1 Le tribù e il concetto di viralità       Ritorniamo al concetto di condivisione: la  necessità di condividere è insita nel comportamento  umano.
rolex passatempo affidabile

orologi rolex replica movimento eta
replica rolex palermo
Orologi rolex per gli uomini
orologio uomo marche prezzi
rolex lady usati genova AL82

venerdì 27 giugno 2014 23:01:00 CEST Everybody Hertz ha detto...

@Luciano: Ho scoperto da poco il sepak takraw. Non male come sport alternativo https://www.youtube.com/watch?v=-CP6ykzsK0M Mettiamola sul ridere che è meglio AL82

venerdì 27 giugno 2014 23:07:00 CEST luciano ha detto...

Eh, Al, tu puoi ridere sia pure a denti stretti perché sai solo una parte....

venerdì 27 giugno 2014 23:11:00 CEST luciano ha detto...

Maradona difende Suarez: «Luisito siamo con te»

venerdì 27 giugno 2014 23:19:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

@luciano maradona? e come dire a un interista "forza juve" maradona è il contrario di FIFA come: pace è il contrario di guerra. :)

venerdì 27 giugno 2014 23:36:00 CEST surf74 ha detto...

mi sembra di capire che si sia rinunciato al portiere croato del 99 altissimo se è stato preso mangano della pro patria a titolo definitivo. per quanto riguarda il centrocampista del novara se non sbaglio luciano avevi anticipato il suo arrivo

venerdì 27 giugno 2014 23:48:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

@surf il portiere croato lo ha portato il mio collaboratore, veramente una bestia qunado gli ho stretto la mano, sui 194 cm, peccato, ma sapevo che la situazione non era delle più facili.

sabato 28 giugno 2014 00:13:00 CEST Riccardo Anelli ha detto...

Mi sforzo ma proprio non trovo una sola valida ragione al rinnovo a Mazzarri, qualcuno mi può aiutare ? p.s. Chris, stante il rinnovo di Mazzarri, conosci qualche buon corso di cucina ?

sabato 28 giugno 2014 00:23:00 CEST surf74 ha detto...

tinho se posso chiederti, una volta se non sbaglio parlavi di un 2001 fortissimo e di un certo milani che aveva stretto rapporti con ex bassano del grappa che lo stava trattando e che avevi segnalato all'inter non puoi dirci niente?

sabato 28 giugno 2014 00:28:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

surf 74 si e con molta felicità lo segnalai all'inter, il padre ormai e mio amico e tifoso di mio figlio, so che il vicenza di marotta va di brutto dietro...... so che alleni le giovanili del vicenza, e proprio forte, si chiama BERTOLLO se alleni i 2001 vieni in privato che ne parliamo.

sabato 28 giugno 2014 00:35:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

@surf se usi face, chiedimi amicizia qui. https://www.facebook.com/Tinho1967

sabato 28 giugno 2014 00:40:00 CEST surf74 ha detto...

tinho mi spiace io sono allenatore di giovani-bimbi di basket mi confondi con altri. purtroppo ho sbagliato sport anche se sono interista da sempre e in questi ultimi anni anche di giovanili grazie al mitico luciano e ad altri come te che scrivono qui. grazie di tutto senza di voi non sarebbe possibile

sabato 28 giugno 2014 00:43:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

@surf convinto che eri nel giro del vicenza, bene cmq bel sport il basket... la mia enel Brindisi ha fatto flop nei play off, ma che publico.....che ha sia in casa che fuori. io qui dentro mi trovo bene, a me piace il calcio giovanile, piace la saggezza di Luciano e poi vi dico che Luciano è molto ma molto più dolce che qui dentro, qui prova a fare il duro, ma fuori è un panettone :) ma secondo me è uno che capisce molto di calcio ha solo un difetto, odia troppo la juve..... se fosse più equilibrato, sarebbe perfetto.

sabato 28 giugno 2014 00:50:00 CEST surf74 ha detto...

io ho giocato contro brindisi qualche anno fa ero nello staff degli allenatori della squadra quando ci abbiamo giocato contro. poi loro sono saliti e sono arrivati sempre più in alto fino alla serie a

sabato 28 giugno 2014 00:56:00 CEST surf74 ha detto...

scusami tinho ma io non face mi spiace mi sarebbe piaciuto scambiare due chiacchiere

sabato 28 giugno 2014 00:58:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

tranquillo ce le scambiamo qui...... surf

sabato 28 giugno 2014 01:48:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

Tutti sciacalli... che vorrebbero ricostruire il calcio e tutti dicono la stessa cosa, partiamo dalle giovanili, frasi già sentite dopo calciopoli e il mondiale fallito in sud africa, partiamo dalle giovanili....... poi non si fa nulla per togliere 1 milione di euro a un top player per pagare 10 cartellini nelle giovanili, sempre le solite magagne italiane.

sabato 28 giugno 2014 02:05:00 CEST Pippo Mauge ha detto...

Non avevo dubbi Luciano che la tua risposta fosse questa, d'altronde dai primo sostenitore degli stranieri anche davanti a un evidente e palese bilancio avrebbe negato spudoratamente. Penso comunque con l'arrivo di Thoir ci sia una controtendenza ,cioè sfruttare di più i ragazzi italiani ,(meno male) . Si vede anche dal baget molto ridotto e anche dagli ultimi acquisti . Thoir a messo fine agli sprechi nel settore giovanile e anche in prima squadra .spero in futuro da Interello scompaiano quei personaggi che nel calcio fanno male con quella boria che compare sui loro visi. Avete finito di speculare sui ragazzi. Viva l'Italia e gli italiani sempre e ovunque.

sabato 28 giugno 2014 07:08:00 CEST luciano ha detto...

Ahahaah Pippo. davvero divertente Comunque lo dico per lutima volta io non difendo gli stranieri contro gli italiani. Io voglio che nell'Inter giochino i migliori giocatori. Che siano italiani o della Nuova Zelanda non può fregarmene di meno. Tinho: tu invece sei un grande ammiratore della FIFA? "La decisione delle Fifa resterà una vergogna eterna". ha detto il presidente della Repubblica uruguagia, che intende denunciare l'organizzazione

sabato 28 giugno 2014 07:18:00 CEST surf74 ha detto...

luciano saputo niente del torneo dei 2002? dove è stato fatto?sito magari? qualche provino?

sabato 28 giugno 2014 08:01:00 CEST luciano ha detto...

Surf: nulla. nei 2002 ho pochi contatti via e mail. Può darsi che i giocatori in oggetto non siano stati convocati. Però se qualche genitore legge e sa qualcosa ci farebbe piacere se lo scrivesse, direttamente sul blog o al mio indirizzo mail Ancora su pippo: io credo proprio che lui sia un interista di passaggio. nessun interista a vita può essere contento se ET taglia il budget delle giovanili. A mia memoria negli ultimi 10-12 anni un solo giocatore già nei pulcini è arrivato in serie A: Bolzoni. Tutti gli altri sono stati acquistati. E gli acquisti buoni, italiani o stranieri costano. Secondo me gli stranieri meno (tassi nazionale U19 diciamo 4 milioni? Puscas nazionale U19 ungherese 300.000). Per gli italiani poi bisogna considerare le mazzette

sabato 28 giugno 2014 08:57:00 CEST luciano ha detto...

In questi giorni abbiamo perso 2 italiani fortissimi che erano già nostri, per il costo elevato delle mazzette, che altri sopportano agevolmente

sabato 28 giugno 2014 08:59:00 CEST carlo ha detto...

Domanda da ignorante: Nel basket americano è vietato convincere con soldi il minorenni nel momento della scelta della università. Esiste qualche normativa simile nell calcio giovanile italiano? La squalifica a.Suarez è la solita dimostrazione della facilita' con cui ci di.accanisce sul più debole della situazione. De rossi per una gomitata prese tre o quattro giornate. Ecco, non credo che Suarez meritasse di più. Poi, che debba lavorarci un po' su, sulla gestione della frustrazione, questo è pacifico. ecco, una sanzione di tre giornate con l'obbligo di partecipare ass un programma di terapia, sarebbe stato perfetto ed educativo anche per il pubblico

sabato 28 giugno 2014 09:20:00 CEST Karlito ha detto...

io non capisco tutta questa ostilità per Mazzarri, ma sul serio pensate che un altro avrebbe fatto meglio con quella rosa a disposizione? Comunque lo so che Mazzarri non è un top, ma in Italia è uno dei migliori. Per esempio lo preferisco a Allegri o Prandelli. Comunque cose che ha fatto: - ha portato una squadra da 5-6 posto al 5 posto. Quindi se non altro ha fatto quello per cui è stato assunto. - ha valorizzato molto bene due tra i tre giovani sui quali si puntava molto: Kovacic e Icardi, gestiti non bene, molto di più, tanto che se si volesse fare plusvalenza gà la si potrebbe tranquillamente fare. Non è stato invece valorizzato Belfodil. - Ha compattato e dato una struttura precisa ad un gruppo in distruzione-ricostruzione. La squadra, con tutti i suoi limiti, anche del'allenatore, certamente, è solida e rappresenta una base concreta sulla quale costruire l'Inter del futuro (se Thoir saprà costruire un'Inter del futuro, sempre parliamo di soldi e di lungimiranza finanzairia, non facendo parte del giro criminoso di Platini e del suo entourage). Giusto quindi rinnovare a WM, che continuerà ad aiutare la crescita di giocatori importanti inserendoli in un contesto professionale e disciplinato. Ed è quindi giusto che ci sia una continuità di condizione tecnica, da parte di un uomo di esperienza, che secondo me in questo momento ci è più utile di un più geniale Strama. Più che altro sono innervosito della frase di Luciano sulle due rinunce dolorosissime, chi sono?!

sabato 28 giugno 2014 09:24:00 CEST Vincenzo D'Onofrio ha detto...

Non posso nascondere che il morso a Chiellini è bello da vedere :D ma in passato per lo stesso gesto Suarez ha avuto 6 e poi 10 giornate di squalifica. È recidivo. Spero che davvero faccia un lavoro sulla sua rabbia.

sabato 28 giugno 2014 09:25:00 CEST surf74 ha detto...

luciano non ci tenere sulle spine almeno qualche piccolo particolare anno, ruolo o altro se non puoi dire nomi

sabato 28 giugno 2014 11:37:00 CEST Vincenzo D'Onofrio ha detto...

No ragazzi, io parlo spesso di sacri colori, ad esempio l'ho fatto nell'ultimo commento che ho scritto. Ma maledizione dovrebbe essere un concetto chiaro e caro anche ai dirigenti o ex dirigenti, anche da un punto di vista letterale. La nuova maglia è uno schifo. Maledizione. Ma come diavolo si fa? Siamo i nerazzurri o i neri (!!!!!) ?

sabato 28 giugno 2014 11:46:00 CEST luciano ha detto...

Surf non posso proprio, si deve aspettare l'ufficialità. intanto i 2002 hanno vinto l'ennesimo torneo in Spagna, non era a Valencia ma in Galizia. capisco chi è affezionato ai colori della maglia, ma io sono più preoccupato dalla qualità dei giocatori

sabato 28 giugno 2014 11:51:00 CEST Pippo Mauge ha detto...

Bene una volta appurato questo , per comperare un giovane italiano ci voglione le mazzette , sei un illuso se pensi che non ci voglia altrettanto per gli stranieri , tutto il mondo e' paese . Domanda un po' cosa anno speso per portare a casa Radu,Ivusic e knudsen!!!!! . Io non ho i paraocchi le cose le vedo e le sento e soprattutto oltre ad essere tifoso sono prima sportivo. Cosa che tu non sei perché vedi solo neroazzurro oltre ogni cosa.

sabato 28 giugno 2014 13:06:00 CEST luciano ha detto...

Per tutti e tre sommati, meno che per Mastour. le mazzette ci sono ovunque ma l'Italia è il regno incontrastato e incontrastabile della corruzione e dei raggiri delle leggi. Comunque Pippo, tu che sei sportivo, fammi un piacere, scrivi su siti più sportivi di questo, fazioso perché interista al 100%

sabato 28 giugno 2014 13:10:00 CEST luciano ha detto...

Buffon è un infame. cassano un grande: buffon vuole cacciare i giovani. cassano gli risponde: abbiamo vinto una sola partita, quando tu non hai giocato

sabato 28 giugno 2014 13:11:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

Patarca: "Il calcio italiano è destinato pian piano a scomparire. Al posto di Abete vedrei bene Francesco Rocca" 27.06.2014 12:00 di Alessandro Paoli Twitter: @AlessandroPaoli articolo letto 163 volte Fonte: Radio Manà Manà Sport - La Lazio Siamo Noi © foto di Andrea Pasquinucci Volfango Patarca, ex responsabile del Settore Giovanile della SS Lazio, è intervenuto sulle frequenze di Radio Manà Manà Sport durante la trasmissione "La Lazio Siamo Noi" per commentare l'eliminazione dell'Italia dal Mondiale: "Così come lo era stato nel 2010, anche quello dopo il mondiale in Brasile era un flop annunciato. Con questo tipo di mentalità,il calcio italiano sarà destinato pian piano a scomparire. Vorrei che si ponesse un limite sia all'arrivo di calciatori stranieri, sia al numero di calciatori disponibili per la Prima Squadra. È impensabile che una Prima Squadra sia composta da oltre trenta giocatori, molti dei quali stranieri, che finiscono per togliere spazio ai giovani italiani. I calciatori stranieri vanno acquistati solo se possiedono qualità tecniche fuori dal normale, non per convenienza o per ragioni particolari. Vi è bisogno di un ritorno alle origini, così come fu fatto alla vigilia dei mondiali del 1982. Continuando così, si rischia di sciupare e distruggere il gioco più bello del mondo. Al posto di Abete vedrei bene Francesco Rocca".

sabato 28 giugno 2014 13:37:00 CEST luciano ha detto...

Ma chi se ne importa di questo Patarca? Basta demagogia. Questa battaglia xenofoba e razzista combattetela altrove. cero gli stranieri rovinano il calcio italiano: se non ci fossero i cento stranieri in serie A (dico un numero a caso) centro fuoriclasse che giocano attualmente in b e in C giocherebbero nell'Inter e nel Milan . Sono tutti molto più forti dei 22 che sono andati ai mondiali e quindi avrebbero vinto il titolo. basta demagogia per favore, almeno qui. orgoglioso della politica della nostra società.

sabato 28 giugno 2014 13:45:00 CEST Marco sibe ha detto...

Davvero sta diventando noiosa all'inverosimile questa fobia "degli stranieri che rubano il posto ai nostri ".... Questo non significa negare che ci siano spesso degli eccessi nella ricerca indiscriminata di un giocatore straniero ,ma ricordiamo che i costi quasi sempre sono molto diversi e quindi si fa di necessità virtu. Non mi stupirei se le menti illuminate della Federazione arrivassero alla solita conclusione di limitare ancor più gli extra-comunitari...anni di immobilismo ,ma questo è un must sempre pronto all'uso .....una spruzzata di demagogia e si va avanti fino alla prossima fermata.

sabato 28 giugno 2014 14:29:00 CEST carlo ha detto...

Il problema dei giocatori stranieri non di livello è che comunque costano meno degli italiani non di livello. Costassero meno, ci sarebbero meno stranieri nelle prime squadre. E poi è una questione di mentalità: tra un mediocre straniero ventiseienne e una promessa ventenne si sceglie sempre il più navigato.

sabato 28 giugno 2014 14:31:00 CEST Marin ha detto...

La storia degli stranieri mediocri che tolgono lo spazio a degli ottimi italiani fa veramente ridere i polli. Vuol dire che gli allenatori italiani sono cretini e i dirigenti idioti. Un mediocre straniero puo' eventualmente togliere lo spazio a un altrettanto mediocre italiano, e viceversa. Non e' possibile che un ottimo italiano perda posto per un mediocre straniero. Non e' mai successo e non succedera' mai. Sarebbe illogico e controproducente, non e' nell'interesse di nessuno. De Rossi, Pirlo, Balotelli, Destro, Verratti, Florenzi... giocano tutti titolari. Alla nazionale non dovrebbe importare niente se i mediocri perdono posto, nella nazionale ci vanno i piu' forti e basta. Nella Serie A giocano 275 calciatori italiani. Se i migliori 23 non sono abbastanza bravi da competere ai mondiali, e' colpa degli stranieri? Tinho credi veramente che se non ci fosse Amauri oggi Dell'Agnello sarebbe Vieri? Luciano ha assolutamente ragione su questa cosa: la concorrenza spaventa i deboli, migliora i forti.

sabato 28 giugno 2014 14:35:00 CEST Marin ha detto...

se volete una lega talebana fattela pure... ma di solito le prime divisioni in cui gli stranieri sono rari o rarissimi sono fortissime. e le nazionali altrettanto. ci sono esempi illustri come la lega lituana, oppure quella lussemburghese, bielorussa e via dicendo....

sabato 28 giugno 2014 14:43:00 CEST Everybody Hertz ha detto...

Una domanda al signor Patarca la vorrei fare: ma in Italia ci vanno gli stranieri mediocri o i migliori italiani in circolazione? E se è vero un giovane italiano negli ultimi venti anni non è esploso per colpa di uno straniero può considerarsi davvero degno di stare nei 23 azzurri per una competizione internazionale? Quali sono i fenomeni lasciati a casa? Perché non si capisce bene una cosa: se da due mondiali usciamo al primo turno di chi è la colpa? In Sudafrica erano gli stranieri, ora sono i giovani, al prossimo sarà qualcun altro. AL82

sabato 28 giugno 2014 14:52:00 CEST Marin ha detto...

E se è vero un giovane italiano negli ultimi venti anni non è esploso per colpa di uno straniero può considerarsi davvero degno di stare nei 23 azzurri per una competizione internazionale? --------------------------------- Infatti. Assolutamente no. Ecco il nocciolo della questione. Bravo Nello!

sabato 28 giugno 2014 15:18:00 CEST luciano ha detto...

perfetti gli ultimi interventi. La demagogia è un pretesto perché i veri responsabili del declino calcistico nazionale restino ai loro posti (giornalisti compiacenti compresi). Ma tra l'altro solo due anni fa siamo arrivati in finale all'Europeo, allora gli stranieri non c'erano? corruzione, malaffare dilagante: queste sono le cose da estirpare. Allora ci sarebbe anche un mercato nazionale meno drogato. Poi, certo, c'è la crisi economica del Paese, che impedisce di investire sui giovani fortissimi, italiani o stranieri non importa. Quando l'Inter ha investito 3 milioni con Cou, non ci ha certo perso; ma oggi i 3 milioni non basterebbero e comunque bisogna averli. Avrebbe un senso dire facciamo una squadra da ottavo decimo posto e investiamo su qualche grande giovane.Io non ci credo, non è possibile. basta vedere tutto il casino perché siamo arrivati quinti, lanciando due giovani di successo, uno così così per il momento (Taider) e fallendo su altri due (Wallace e belfodil, di cui solo il secondo pagato). E poi, una squadra da ottavo posto teorico fa presto a diventare da diciannovesimo reale (vedi Catania)

sabato 28 giugno 2014 15:19:00 CEST Marin ha detto...

La colpa e' soprattutto del settore giovanile italiano che, nella media, produce giocatori meno tecnici di quegli spagnoli e meno ''intensi'' (quanto a corsa, ritmo, velocita') di quelli tedeschi. In secondo luogo e' colpa del tutto il sistema italiano: mazzette, rubentus, assenza di squadre B e via dicendo....

sabato 28 giugno 2014 15:24:00 CEST Chris ha detto...

@ Riccardo prova direttamente a partecipare a Masterchef, da un lato impari a cucinare e dall'altro magari diventi pure famoso. e poi sotto con Hell's Kithcen, condotto da chef Mazzarri.

sabato 28 giugno 2014 15:24:00 CEST Karlito ha detto...

Luciano, non è che ci portano via Opoku e Merola vero?

sabato 28 giugno 2014 15:44:00 CEST luciano ha detto...

Lo so che vincerà il Brasile, ma io questa sera tiferò Cile. E poi Colombia

sabato 28 giugno 2014 15:44:00 CEST luciano ha detto...

karlito, no, sono due forti forti che avevamo in pugno e andranno altrove

sabato 28 giugno 2014 15:45:00 CEST luciano ha detto...

Ho letto una cosa su twitter che non condivido ma che rovesciata per me chiude la discussione. Dice un amico "Buffon non ha capito che i giovani forti di 19 20 anni vengono mandati in b e quindi non sono pronti." la domanda é (per restare solo all'Inter): come mai Dunca, Ibrahima, Livaja, Benassi hanno trovato subito squadre di A che li hanno voluti (e impiegati), mentre che so Crisetig, Garritano, Pecorini, Alborno e altri non sono stati richiesti da soceità di A? Non sarà perché erano meno pronti? non sarà che quegli schifosi incompetenti degli addetti ai lavori un po' ne capiscono e sanno vedere quale livello è adatto a un giocatore, fermo restando che errori (di sopravalutazione o sottovalutazione) sono sempre possibili, ma si tratta di casi? prendiamo lorenzo: se fosse stato al parma (non dico all'Inter) avrebbe giocato in serie A e sarebbe migliorato subito?

sabato 28 giugno 2014 16:08:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

@ @ @ ho ma ripigliatevi tutti...... chi sta dicendo che sono contro gli stranieri? amo i giocatori bravi, i giocatori che meritano. andiamoci paino, io ricopio articoli che so che fanno discutere, che facciamo scena muta qui dentro? in quanto agli stranieri perchè vengono in italia ho la mia opinione e NON VE LA SCRIVO QUI, vi anticipo solo che ci sono + resoconti. se la classe non è acqua i giocatori si ritaglieranno il loro spazio, ma c'è anche da dire che qunado arrivano i nuovi per forza di cose e giustificazioni devono giocare, ma poi nel tempo spunta sempre il migliore......... l'articolo parla chairo, SI' AI STRANIERI MA QUELLI BONI. Dai che voi vedete solo il calcio di serie A, io che seguo la serie c, vi farei vedere stranieri che non stanno ne in cielo ne in terra........ saluti

sabato 28 giugno 2014 16:14:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

piuttosto avete visto le 3 nuove maglie dell'inter? la 1° e quella della nazionale solo che invece del bianco c'è il blù notte, la seconda totalmente bianca con la croce che si vede e non si vede con lo sponsor in grande vista rosso, la terza maglia sembra quella della lazio.

sabato 28 giugno 2014 16:23:00 CEST luciano ha detto...

Anche italiani, Tinho. ma poi che discorsi sono: stranieri si ma buoni? perché tu per la tua squadra vorresti italiani non buoni?. magari uno in una graduatoria di merito da 1 a 100 vale 30, ma se cerchi un italiano che vale 30 ti chiedono il triplo, per una legge di mercato: in tutto il mondo ci sono molti più giocatori da 30 che in Italia e se circoscrivi l'ambito possibile di acquisto il prezzo aumenta. Qui lo diciamo sempre a chiare lettere: non ce ne può fregare di meno della nazionalità di un giocatore. Un acquisto sbagliato è un acquisto sbagliato, sia nato a Niguarda o a Sumatra. Gli acquisti si indovinano e si sbagliano. Solo che a parità di errore quello su un italiano, grazie alla speculazione e ai maneggi dilaganti ti costa molto di più

sabato 28 giugno 2014 16:26:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

@Luciano allora qui ci stiamo capendo tutti male..... partiamo dal presupposto che bisogna che tutto è nato per il ripristino della nostra nazionale, allora tutti dicono a destra e manca come e cosa fare, chiaro che nell' occhio del ciclone ci sia il giocatore impiegato dalle italiane di provenienza straniera, e visto il paese in crisi e ora un attimo di guardarci meglio e prendere solo giocatori che migliorano i nostri giovani e che diano qualcosa di importante al nostro campionato di calcio, tutto qui, poi se ogni discorso NE FACCIAMO UNA COSA PERSONALE e ci mettete sempre il razzismo in mezzo allora, ME NE ESCO SUBITO. Io sono un grande tifosi di Pogba come fino a genaio lo ero di Balotelli, non è colpa mia se la popolarità di balotelli se trasformata o rivoltata verso di lui per colpa sua,,, odio veder scrivere che è una vittima, lui ha avuto tutto il bene e amore del mondo, se lo ha divorato da solo, adesso son cazzi sua....altro che poverino, poverino un corno. in qunato agli stranieri, che ne prendano a migliaia, a me non mi fà ne caldo ne freddo.

sabato 28 giugno 2014 16:34:00 CEST luciano ha detto...

Anche un analfabeta di economia e finanza come me capisce che ogni strozzatura del mercato provoca un aumento dei prezzi e viceversa. Chissà perché adesso che è possibilile la delocalizzazione gli imprenditori italiani spostano le fabbriche dove la manodopera costa un decimo?. Se puoi scegliere un operaio in tutto il mondo lo paghi molto meno che se sei obbligato ad assumere in un'area geografica ristrettissima. Chissà perché chi è bravo a scegliere gli stranieri ci guadagna e preferisce investire sugli stranieri (Udinese)? Il problema è essere bravi o meno sia sugli stranieri sia sugli italiani. E poi che budget destini all'acquisto di giovani: L'udinese raramente prende giocatori pronti e costosi. tutto sui giovani. L'inter non può. Ma siccome i dirigenti sono molto bravi il saldo, tecnico ed economico, è attivo e di molto.

sabato 28 giugno 2014 16:40:00 CEST luciano ha detto...

Balotelli ha molte colpe, ma è una vittima della Mafia della nazionale. Fosse stato della juve nessuno avrebbe gridato "non esistono negri italiani" Balotelli ha delle caratteristiche tecniche e atletiche precise e va sfruttato per quelle. Se pretendi che facci il tornante o che percorra orizzontalmente la linea d'attacco con continuità, sbagli tu, perché lui non lo può fare. Balotelli ha commesso tanti errori: ma non ha mai comperato 25 rolex d'oro per volta da uno scommettitore di parma, non ha mai massacrato avversari come Chiellini, non è mai stato allenatore di 3-4 squadre che si vendevano partite a sua insaputa

sabato 28 giugno 2014 16:45:00 CEST luciano ha detto...

faccia

sabato 28 giugno 2014 16:46:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

@Luciano ma è un giocatore che ogni anno scapap da ogni club, arriva con mille promesse e va via con mille polemiche, io nella mia squadra del cuore manco morto, devi accettare anche le opinioni degli altri Luciano, come io accetto che TU LO RIVORRESTI ALL'INTER anche se a questo punto metto in dubbio il suo valore tecnico, senza testa non vanno le gambe da sole, dimmi cosa ha vinto questo giocatore, neanche un campionato italiano scarsissimo riesce ad arrivare in doppie cifre, per me è un giocatore alla frutta........... poi ognuno la pensa come vuole.

sabato 28 giugno 2014 17:03:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

FORZA CHILE.... anche se sento profumo di rigori.

sabato 28 giugno 2014 17:45:00 CEST Everybody Hertz ha detto...

Online nuovo post con qualche statistica legata alla questione giovani e stranieri. P.S. Tiferei tutti i cileni meno uno, al cui posto inserirei un brasiliano ;-) AL82

sabato 28 giugno 2014 17:52:00 CEST carlo ha detto...

Correggetemi se sbaglio, ma in Inghilterra mi pare ci sia una sorta di sbarramento qualitativo sugli stranieri. In più è un campionato aperto ai giovani inglesi (che poi vengono a costare vagonate di milioni). Eppure la nazionale inglese produce da decenni risultati disastrosi. (a loro difesa però c'è una lega di una qualità dinamica e spettacolare di gran livello. Pecunia e sistema interno meno bloccato, rispetto al nostro. Ma si deve parlare solo di calcio...)

sabato 28 giugno 2014 17:53:00 CEST Tinho DeLux ha detto...

@carlo l'inghilterra come territorio è divisa in 4, anche se come nazioale non hai mai fatto nulla di importante, quando parlaimo di italia parliamo della seconda potenza internazinale con 4 stelle dietro solo il grande Brasile con 5 tutto si poteva capovolgere all'errore di roberto Baggio ai rigori, potevamo averne noi 5 e stare sul tetto del mondo.....su dai, per rivoluzionare il nostro calcio, secondo me bisogna solo trovare le persone oneste, già è un paradosso, se poi parliamo di calcio le ancora peggio...... io sono per le vecchie glorrie che hanno segnato il nostro calcio nel bene.... tipo ROBERTO BAGGIO AL COMANDO SOPRA OGNUNO E I SUOI BRACCI DESTRI, ROBY NON RUBEREBBE MAI IN QUESTO SISTEMA INFETTATO.

sabato 28 giugno 2014 17:57:00 CEST Pippo Mauge ha detto...

Haahaha ha gli altri sono sempre i peggiori ,noi siamo i migliori, noi non sbagliamo mai, i nostri dirigente sono il massimo che si può aspirare ,i giocatori che acquistiamo sono fortissimi, vuol dire che va tutto bene , vinciamo tutto dalla prima squadra hai pulcini. Criticate tutti e tutto se non è in linea con le vostre idee , ma che cavolo esiste a fare questo blog? Per passare il tempo? Siete troppo forti haaahaaaahaaa.

Repliche Orologi Cinesi, Rolex Yacht Master Oro Rosa Replica, Vetrina Rolex Passatempo Posted on 30 maggio 2017 30 novembre -0001 by admin

Conservare la documentazione finanziaria; replica rolex orologireplica orologi rolexreplica orologi omega, orologi replica repliche rolex repliche orologi Come acquistare? orologi replica milano · orologi uomo replica · repliche svizzere orologi · orologi svizzeri replica · swiss replica orologi · orologi cinesi repliche · replica orologi .? 5 nov 2010 . Ho trovato un post su un blog amico di orologi di Classe e ho pensato di . Beh, voi vendete orologi falsi, vero? . Voi vendete repliche Rolex! . di cattivo gusto,meglio un breil al quarzo che una patacca cinese,le patacche ., 25 feb 2016 . E 'fastidioso per me di orologi Breitling cina riproduzione. Ho da molto tempo fa, ha accolto con favore l'iniziativa di inserire i loro orologi e la .. PIAGET Altiplano ultrasottile repliche orologi svizzeri, PIAGET Black Tie 1967 . tempo in brand “di nicchia” della Cina è diventata uno dei marchio di orologi .. 16 apr 2017 . repliche Rolex come riconoscere e scegliere le migliori orologi e; Marche cinesi di orologi su AliExpress 7 Alixblog, la categoria Submariner .; Imitazioni Rolex solo le migliori nel sito, sono disponibili orologi Rolex Replica cinesi e Svizzeri al migliore prezzo in Italia. Imitazioni orologi Rolex.! 6 lug 2015 . Replica Blancpain presenta un Villeret Calendario Cinese Tradizionale . Le fasi lunari, complicazione che negli orologi Blancpain replica con ., Breitling ? 17 apr 2017 . 27 feb 2017 . 24 apr 2016 . questa volta, audemars piguet orologi replica utilizzato il popolare subacqueo in mare aperto Royal Oak (ref.15703, .. l”albero non c”è più; orologi replica repliche rolex repliche orologi Come acquistare! orologi falsi vs copie repliche orologi di Classe? 13 ago 2014 . replicas patek philippe watches,buy cheap replica watches uk, rolex, omega, cartier, breitling replica discount.. 3 feb 2017 . orologi Replica Di Lusso Imitazioni Rolex Italia repliche! . rolex replica cinesi e Svizzeri al migliore prezzo in italia.; orologi ReplicaRolex .! repliche Audemars Piguet Offshore orologi cinesi repliche. Il valore di tempo di servizi è un aspetto importante dell”economia quanto consente classifica di crescita come per un determinato periodo di tempo; Blancpain Replica 80 EUR orologi Replica Italia Replica di Rolex; Sono incinta e non posso fare questo tutti i giorni! Comprare orologi replicaAAArepliche RolexOmegaBreitlingIWC! 13 ago 2014 . repliche orologi italia,buy cheap replica watches uk, rolex, omega, cartier, breitling replica discount.. repliche orologi di lusso wwworologitopreplicacom YouTube, Replicas Patek Philippe Watches orologi cinesi repliche Replica? 8 ott 2016, e pulire la vostra aura. Imitazioni Rolex orologi Rolex Replica repliche Rolex! repliche orologi di lusso wwworologitopreplicacom YouTube, 10 nov 2016 . Replica Watches Replique montre orologi Relojes nicecopycom, orologi Replica Club Rolex Replica Audemars Piguet Replica; Allineare il ., 17 apr 2017 . 27 feb 2017 . 24 apr 2016 . questa volta, audemars piguet orologi replica utilizzato il popolare subacqueo in mare aperto Royal Oak (ref.15703, ., 10 nov 2016 . Replica Watches Replique montre orologi Relojes nicecopycom, orologi Replica Club Rolex Replica Audemars Piguet Replica; Allineare il ..

25 feb 2016 . E 'fastidioso per me di orologi Breitling cina riproduzione. Ho da molto tempo fa, ha accolto con favore l'iniziativa di inserire i loro orologi e la .? orologi cinesi repliche Imitazioni Rolex Tudor Submariner orologi! Blancpain Replica 80 EUR orologi Replica Italia Replica di Rolex, Le tendenze di guida Fitness Tracker AdoptionThere sono anche un paio di tailwinds chiave che forniranno slancio per Fitbit? 16 apr 2017 . repliche Rolex come riconoscere e scegliere le migliori orologi e; Marche cinesi di orologi su AliExpress 7 Alixblog, la categoria Submariner .? orologi Replica Sito sicuro ed affidabile orologi Replica siti Sicuri, orologi cinesi repliche Imitazioni Rolex Tudor Submariner orologi. introduzione di orologi replica rolex skydweller . mostra commemorativa” di hublo, al fine di commemorare questo cinese arti marziali e la sua filosofia unica.. repliche Audemars Piguet Offshore orologi cinesi repliche? 17 apr 2017 . 27 feb 2017 . 24 apr 2016 . questa volta, audemars piguet orologi replica utilizzato il popolare subacqueo in mare aperto Royal Oak (ref.15703, .? fornire informazioni ai lettori attraverso il testo e le immagini. uno di un orologio tipo per voi. 6 lug 2015 . Replica Blancpain presenta un Villeret Calendario Cinese Tradizionale . Le fasi lunari, complicazione che negli orologi Blancpain replica con .. 13 ago 2014 . replicas patek philippe watches,buy cheap replica watches uk, rolex, omega, cartier, breitling replica discount., 3 feb 2017 . orologi Replica Di Lusso Imitazioni Rolex Italia repliche! . rolex replica cinesi e Svizzeri al migliore prezzo in italia.; orologi ReplicaRolex .. Mentre lei gli fece sapere che lei lo stava ascoltando? replica rolex orologireplica orologi rolexreplica orologi omega. repliche orologi Italia orologi cinesi repliche Replica orologi! orologi replica Cina orologi Replica Rolex Replica Rolex Falsi. Rolex Replica In Italia Vendita Rolex Falsi Riparazione orologi! 5 nov 2010 . Ho trovato un post su un blog amico di orologi di Classe e ho pensato di . Beh, voi vendete orologi falsi, vero? . Voi vendete repliche Rolex! . di cattivo gusto,meglio un breil al quarzo che una patacca cinese,le patacche ., Replicas Patek Philippe Watches orologi cinesi repliche Replica. repliche Audemars Piguet Offshore orologi cinesi repliche! breitling ? 10/23 / 2007My figlio non parlava molto. orologi replica Cina orologi Replica Rolex Replica Rolex Falsi? introduzione di orologi replica rolex skydweller . mostra commemorativa” di hublo, al fine di commemorare questo cinese arti marziali e la sua filosofia unica.; elenco dei siti replica attendibili per l39acquisto w3itorg, se hai problemi in aeroporto! –home Hex: USC ha perso sette dei suoi ultimi otto giochi al Colosseo. montre pro hunter . Serpentini Garioni Naval;

replica rolex orologireplica orologi rolexreplica orologi omega? 8 ott 2016, Abbiamo tutti diventati più sofisticati come i consumatori, orologi falsi vs copie repliche orologi di Classe; 6 ott 2010 . Poi che ti devo dire, per un cinese in cina non dovrebbe esser difficile reperire orologi replica e metter su qualche cosa tipo i migliaia di siti .? 13 ago 2014 . replicas patek philippe watches,buy cheap replica watches uk, rolex, omega, cartier, breitling replica discount., Replicas Patek Philippe Watches orologi cinesi repliche Replica; Rolex Replica In Italia Vendita Rolex Falsi Riparazione orologi! 16 apr 2017 . repliche Rolex come riconoscere e scegliere le migliori orologi e; Marche cinesi di orologi su AliExpress 7 Alixblog, la categoria Submariner .? 5 nov 2010 . Ho trovato un post su un blog amico di orologi di Classe e ho pensato di . Beh, voi vendete orologi falsi, vero? . Voi vendete repliche Rolex! . di cattivo gusto,meglio un breil al quarzo che una patacca cinese,le patacche .! Considerando il quadro più grande! 11 mag 2013 . Il sito che vende orologi rolex replica o di altre di marche deve essere in . tutti gli orologi replica di questo mondo vengono prodotti in Cina., orologi falsi vs copie repliche orologi di Classe! uno come coupé hardtop e un altro come convertibile?

Posted in breitling Post navigation Orologi Rolex Tudor Replica, Replica Orologi Di Lusso A 100 Euro, Imitazione Rolex Daytona Prezzi Orologi Replica Vendo Rolex, Orologi Replica Outlet Shop, Chopard Orologio Lascia un commento Annulla risposta Articoli recenti Rolex Replica Live, Rolex Copia Perfetta, Le Migliori Marche Di Orologi Rolex Replica Italia, La Migliore Replica Rolex Daytona, Orologi Contraffatti Vacheron Constantin Orologio Hublot Diamanti Replica, Imitazioni Cinesi, Rolex Dial Falsi Vendo Imitazioni Rolex Uguali, Rolex16610, Breitling Colt Skracer Batteria Orologi Replica, Movimento Miyota Su Panerai Clone, Repliche Orologio Commenti recenti Archivi novembre 2017 ottobre 2017 settembre 2017 agosto 2017 luglio 2017 giugno 2017 maggio 2017 aprile 2017 marzo 2017 febbraio 2017 gennaio 2017 dicembre 2016 novembre 2016 Categorie breitling cartier omega Orologi replica svizzera panerai rolex Meta Accedi RSS degli articoli RSS dei commenti WordPress.org